AustrianGP amaro, che peccato al Red Bull Ring
L'AustrianGP lascia l'amaro in bocca a Tasca Racing, per una gara che si stava mettendo nel verso giusto ma terminata dopo soltanto tre giri con Simone Corsi messo fuorigioco da una caduta di Lorenzo Baldassarri. Corsi scatta in 18esimo in sesta fila ed è autore di una partenza spettacolare. Il #24 si porta da subito nel gruppo all'attacco della top-10 rendendosi protagonista con diversi sorpassi e un passo da prime posizioni. Al terzo giro mette nel mirino Baldassarri, ma proprio il rider di Pons HP 40 scivola e Corsi non può evitare l'impatto che determina la fine anticipata di un Gran Premio che non porta punti. Il Red Bull Ring è troppo per le condizioni fisiche di un Fuligni al rientro dopo l'operazione alla clavicola destra. Il Rookie soffre lungo tutto il fine settimana e in gara non riesce a reggere quel dolore da infiammazione che lo porta al ritiro a otto giri dalla fine.

SIMONE CORSI#24
"Peccato per questa gara finita troppo presto. Ho fatto una buona partenza, il feeling con la moto era ottimo e si è visto. Ho passato diversi piloti ma alla curva 2 Baldassarri è caduto e non ho potuto evitarlo andandoci sopra. Restano comunque buone sensazioni per le prossime gare."